“Le ragazze con le calze grigie” su Alto Adige

Romina Casagrande, incroci letterari di magia e storia  

L’autrice meranese ha presentato il suo ottavo romanzo raccontando la sua parabola di successo dal fantasy all’arte

MERANO. Se a Merano c’è un luogo che ha a che fare con la magia, questo è sicuramente l’ex minigolf, da ormai due anni in gestione al circolo Est Ovest, che in questa cornice organizza incontri di musica e letteratura.
L’altra sera è stata la volta della scrittrice meranese Romina Casagrande, giunta alla pubblicazione della sua ottava opera letteraria. Se al suo esordio i luoghi e le ambientazioni prediletti dalla scrittrice erano legati al nostro territorio, con l’ultimo romanzo (“Le ragazze con le calze grigie”, per i tipi di Arkadia editore) Casagrande sembra avere imboccato la strada della letteratura narrativa ispirata a personaggi storici.
Dal suo esordio letterario nel 2011 con il romanzo di fantasia “Amailija”, Romina Casagrande non si è più fermata, anche grazie a un successo editoriale che la colloca nella ristretta cerchia degli scrittori altoatesini di madrelingua italiana. Con ambientazione in luoghi misteriosi dell’Alto Adige, per la casa editrice Nulla Die è uscita la trilogia fantasy “Dreamland Forest” (2011), “Falling Down” (2012), “Morning Star” (2013), oltre a “Scenderà un’altra notte” (2015).
Nel 2014 la svolta, e l’attenzione rivolta alla vita dei pittori e delle loro amanti. In particolare con il romanzo “La Medusa”, opera che attinge nella vita del pittore Théodore Géricault, il quale nel 1819 raffigurò il naufragio della fregata francese Méduse al largo delle coste mauritane. Nel 2017 arriva il volume “Lontano da te”, nel quale al centro della trama narrativa c’è Ophelia, celebre quadro di John Everett Millais.
Due opere che in comune hanno il fatto che ad un certo punto i protagonisti sono chiamati a fare i conti con se stessi e con le ombre seminate nel corso della loro vita.
Laureata in lettere e già insegnante presso la Provincia di Bolzano, Romina Casagrande ha collaborato con diversi musei bolzanini, ma è proprio dallo studio di leggende e folklore legato ai miti e alle tradizioni della sua regione che provengono le coordinate dalle quali è nata la passione per la scrittura.

Jimmy Milanese


Arkadia Editore

Arkadia Editore è una realtà nuova che si basa però su professionalità consolidate. Un modo come un altro di conservare attraverso il cambiamento i tratti distintivi di un amore e di una passione che ci contraddistingue da sempre.

P.iva: 03226920928




CONTATTACI

Novità

23 Ottobre 2020
6 Ottobre 2020


Newsletter




Scarica il nostro Catalogo