Disterraus parla di Sigvard. Gli alfieri del tempo

da: Disterraus Sardu
Disterraus Sardu
16 settembre 2011

 

Sigvard Gli alfieri del tempo | Rafael Medina

«Il pensiero di non aver fatto niente per ribellarmi a ciò che era successo, il non aver nemmeno abbozzato un tentativo di reazione, mi faceva impazzire, e di botto scoppiai in lacrime. Sembrava impossibile che tutto quello per cui avevo sacrificato un’intera esistenza, fosse destinato a dissolversi nel nulla. Il mio lavoro, la mia casa, tutte le mie speranze erano destinate a naufragare nella tempesta che mi aveva travolto in maniera così inaspettata?»

Sigvard attende dalla notte dei tempi il momento del duello finale. Nel suo animo malvagio la furia, il dolore e la morte albergano da secoli. Egli è sventura per il genere umano. Pianto per le generazioni passate. Ineluttabile destino per quelle future. Contro il suo sogno allucinato di potere e dominio si schierano un gruppo di eroi. Hanno trascorso gli ultimi mille anni ad allenare Ryan Elmorynn per opporlo a Sigvard ed il giorno dello scontro è in arrivo. Accanto a Ryan, giovane giornalista e scrittore suo malgrado trasformato in vampiro, si schierano Bersot e Althea, discendenti di un’antica stirpe elfica, creature immortali, alfieri del tempo, capaci di attraversarne a piacimento le pieghe. E poi Krystie-Zea, un drago dotato di una enorme forza fisica e poteri magici. Infine Ray Cobalto, potentissimo mago di razza umana, l’unico che Krystie-Zea abbia mai istruito durante la sua lunga vita. Saranno loro a scortare Ray indietro nel tempo, in pieno medioevo, per iniziare l’addestramento che durerà diversi secoli, fino al momento in cui sarà pronto a sfidare il signore dell’oscurità. Sigvard. Gli alfieri del tempo ci catapulta in un mondo senza tempo, ma dai contorni ben riconoscibili. Una costante altalena tra passato e presente, tra flashback e quotidiano, il tutto immerso in un’atmosfera ben tratteggiata, ricca di colpi di scena e improntata ai migliori canovacci dello stile fantasy.

L‘Autore
Rafael Medina, pseudonimo di Raffaele Congiu, è nato a Cagliari nel 1975 ma vive e lavora a Pisa, dove attualmente svolge la sua attività di chimico specializzato.

Affascinato fin da piccolo dalle materie scientifiche, percorre fino in fondo questa sua passione, laureandosi in Chimica nel 2001 e dedicandosi alla professione nel mondo della ricerca applicata alla decontaminazione ambientale. La scienza, pur essendo parte consistente della sua vita, deve tuttavia convivere con l’interesse che l’autore mostra per l’arte e la letteratura in generale. Sedotto dalla letteratura gotica, dai romanzi fantasy e dai racconti noir e gialli, nonché dagli aforismi di Wilde e dai dipinti di Klimt, inizia a scrivere poesie e racconti brevi, per poi dedicarsi alla stesura di romanzi. In netto contrasto con la normale vita di tutti i giorni che gli impone un solido legame con la realtà, l’autore si barcamena per riuscire a conciliare al meglio la concretezza della sua vita professionale con la sregolatezza e l’intemperanza tipica della fantasia.


Arkadia Editore

Arkadia Editore è una realtà nuova che si basa però su professionalità consolidate. Un modo come un altro di conservare attraverso il cambiamento i tratti distintivi di un amore e di una passione che ci contraddistingue da sempre.

P.iva: 03226920928




CONTATTACI

Novità

13 Novembre 2019
7 Novembre 2019
30 Ottobre 2019


Newsletter




Scarica il nostro Catalogo