“Sapori a colori” su La Nuova Blog

da: La Nuova Blog d'Autore
La Nuova Blog d’Autore
27 febbraio 2017

Venerdì scorso un mio amico cagliaritano, Michele Baldussi, mi accoglie con un libro meraviglioso: “Sapori a colori. Sconfiggere la malattia con la buona cucina”. L’ho letto tutto d’un fiato e ne sono rimasto colpito. Pellegrino Artusinel suo libro capolavoro: “La scienza in cucina e l’Arte di mangiare bene”, scrive: La cucina è una bricconcella; spesso e volentieri fa disperare, ma dà piacere, perché quelle volte che riuscite o che avete superata una difficoltà, provate compiacimento e cantate vittoria. Diffidate dei libri di cucina che trattano di quest’arte; sono la maggior parte fallaci o incomprensibili, specialmente quelli italiani; meno peggio i francesi: al più al più, tanto dagli uni che dagli altri, potrete attingere quella nozione utile quando l’arte la conoscete. Se non si ha la pretesa di diventare un cuoco da baldacchino non credo sia necessario, per riuscire, di nascere con una cazzeruola in capo; basta la passione, con molta attenzione e l’avvezzarsi precisi: poi scegliete sempre per materia prima roba della più fine, ché di questa vi farà figurare. Il miglior maestro è la pratica sotto un esercente capace; ma anche senza di esso, con una scorta simile a questa mia, mettendovi con molto impegno al lavoro, potrete, io spero, annaspar qualche cosa. Probabilmente, sono suggerimenti che il giovane cagliaritano Paolo Palumbo, appassionato di gastronomia, segue: “per rendere la mia passione una cosa seria”. Avvolto da innumerevoli sogni, decise di varcare il mare e raggiungere l’Università gastronomica Alma, diretta da Gualtiero Marchesi. Fin da subito ha dovuto ridimensionare il suo amore per la cucina: il vigore e manualità col braccio destro inizia ad abbandonarlo. Gli viene diagnosticata la SLA. Perché fermarsi? Si pone il problema di aiutare le persone affette dallo stesso male, ideando per loro preparazioni che consentano di nutrirsi “con gusto” e senza il sondino. Nel suo percorso di ricerca incontra una persona geniale, un cuoco generoso e positivo in qualsiasi circostanza e che coglie la forza che Paolo esprime. Luigi Pomata è un cuoco colto e creativo, che bene sa giocare con prodotti d’eccellenza e sa usarli guardando ogni angolo visuale, passato e futuro. L’incontro mette insieme i due personaggi che bene si amalgamano. Scaturisce l’idea di costruire preparazioni da poter poi riportare in un libro di ricette e utilizzabile da tutti, ma con un occhio attento per chi è costretto ad alimentarsi senza sentire il gusto delle cose che mangia. Poter mangiare preparazioni universali dove “il gusto del cibo e il piacere di cosa si sta vivendo nell’atto stesso del mangiare evochino emozioni profonde che, spesso, si imprimono nella nostra mente …” (dr Christian Lunetta, specialista in Neurologia). Anthelme Brillat-Savarin nel suo testo “Fisiologia del Gusto” scrive: Il gusto è quello, fra i nostri sensi, che ci mette in relazione coi corpi saporosi, mediante la sensazione che essi producono nell’organo destinato ad apprezzarli. (…) Il gusto pare che abbia due mansioni principali: 1) c’invita, mediante il piacere, a riparare le perdite continue che noi facciamo vivendo;2) c’invita a scegliere, fra le diverse sostanze che la natura ci presenta, quelle che sono più adatte a servirci di nutrimento. Paolo e Luigi hanno così costruito un libro di cucina che, oltre a descrivere gustose preparazioni facilmente realizzabili e con un fondamentale fine benefico: l’intero ricavato della vendita, verrà devoluto a favore della ricerca sulla SLA e all’aiuto delle famiglie che sostengono pazienti affetti da questa malattia e da altri disturbi neurodegenerativi. Le ghiotte ricette realizzate da Paolo e Luigi sono state fotografate meravigliosamente da Pierluigi Dessì. Non perdetevi questo prezioso libro: “Sapori a colori. Sconfiggere la malattia con la buona cucina”, che in libreria va già a ruba (Arkadia Editore).

(Giovanni Fancello)


Arkadia Editore

Arkadia Editore è una realtà nuova che si basa però su professionalità consolidate. Un modo come un altro di conservare attraverso il cambiamento i tratti distintivi di un amore e di una passione che ci contraddistingue da sempre.

P.iva: 03226920928




CONTATTACI

Novità

20 Febbraio 2019
20 Febbraio 2019


Newsletter




Scarica il nostro Catalogo